Dalla passione e l’amore dei ragusani per la propria terra e dal profondo legame instauratosi con essa nasce l’Associazione culturale “Ricordi di terra nostra”. L’Associazione, con sede in contrada Cento pozzi, a Ragusa, propone di valorizzare e promuovere il patrimonio storico culturale degli abitanti del mediterraneo, e concorrere così a preservare la memoria della comunità iblea e del suo territorio. Dopo un accurato programma di studio e ricerca sulle origini della società contemporanea e sul valore delle proprie radici, l’associazione avvia le prime attività dirette a promuovere la conoscenza del patrimonio culturale. Le qualità caratteriali proprie dell’associazione, lo spirito di collaborazione e di fare squadra, la volontà di guardare oltre i propri confini e dalle logiche invalse del nostro costume la portano a lavorare con soggetti pubblici e privati, iniziando un percorso etnoantropologico non del tutto indifferente; dato dal fatto che le persone che compongono l’associazione sono in grado di attuare le tecniche necessarie per la produzione di aspetti selezionati della vita culturale del popolo ibleo e perpetuare l’esistenza del loro patrimonio di cultura materiale e immateriale.